La tenuta sorge in un piccolo borgo che possiede una storia molto antica: già in epoca romana era un rinomato centro posto su un'importante strada di comunicazione che univa le città di Bergamo e di Como, era considerato il capoluogo della valle San Martino, territorio compreso tra l’isola Bergamasca e il lago di Lecco.
Edificata intorno al 1300, la Tenuta era una grande costruzione al centro di un'azienda agricola di decine di ettari, all'interno della quale vi trovavano alloggio stalle, fienili, granai, pozzi, forni e magazzini, oltre che alla abitazione dei signori proprietari, riunite in diversi corpi di fabbrica.
Ad oggi è stata recuperata la porzione del fienile e dell’abitazione dei mezzadri, poiché, essendo l’unica fortificata da un muro perimetrale di protezione, è resistita ai saccheggi ed alle scorribande che dal 1500 cominciarono ad imperversare nella zona.